L’Italia s’è desta…

Perchè quando mi sono iscritta all’Università credevo di poter trovare un lavoro.

Anzi, ad essere sincera, credevo di trovare un lavoro, anche quando avevo soltanto il diploma…E invece ci ritroviamo con un futuro non ben chiaro neanche ad un anno dalla Laurea, siamo in una situazione veramente di merda.

 

In Norvegia gli studenti universitari vengono pagati circa 1200,00 Euro al mese per il lavoro di formazione che svolgono.

 

Io, all’Università “Alma Mater Studiorum” di Bologna, pago 1200,00 Euro l’anno di tassa d’iscrizione, non calcolando tutti i soldi che quei poveri Cristi dei miei mi mandano per vivere fuori dalla Sicilia.Sottolineo che non vivo a Bologna, ma a Forlì, dove gli affitti costano molto meno.

 

Uscirò dall’università l’anno prossimo, a 21 anni, con una Laurea “Breve” o “Diploma Universitario” che non vale un cazzo nel resto dell’Europa, e ci ostiniamo a restare nell’Unione Europea, che nonostante la moneta unica, riesce a dividere l’Italia dagli altri paesi.

 

Allora si decide, forse, di continuare con una Laurea Specialistica…Se ti va bene sono altri due anni.

 

Supponendo che tutto vada bene, riuscirò ad essere una “specialista” del settore a 23 anni.Continuando a pagare le tasse d’iscrizione e continuando a chiedere aiuto ai miei, che nel frattempo, non diventeranno più giovani, nè più ricchi.

Vabene, dai…Allora mi cerco un lavoro…e trovo:

 

“Lavoro a Progetto”  “Lavoro Interinale”  “Contratti di lavoro atipici”  “Flessibilità” 

 

Ma come Cazzo dovrei farmi una famiglia, ammesso che ci riesca; Quale folle sarei, se comprassi una casa e mi mettessi un mutuo sulle spalle in quelle condizioni? 

 

Allora aspetto una decina d’anni…Tanto sono giovane no?

Ma in questi dieci anni dovrei avere un posto dove stare…Mangiare, vestirmi, comprare gli assorbenti, pagare le bollette di acqua, luce, gas e telefono…E non dovrei azzardarmi ad avere un qualsivoglia malessere, neanche una banale influenza.

 

Sondaggio: “Le mamme italiane sono sempre più sulla soglia degli “anta” “

E grazie al cazzo,come lo tiri su un bambino?

Io non voglio una famiglia, un bambino e una casa soltanto a 40 anni. Ai tempi dei miei genitori potevi scegliere: Una famiglia o un lavoro.

Io a 26 anni circa vorrei una famiglia…ma non si può in queste condizioni.

Adesso si deve lavorare in due, in un nucleo familiare, il lavoro non lo trovi, e se lo trovi, non sai se puoi garantirti una pensione da schifo.

La Sanità è gratuita in Italia.

 E meno male…Dovessi pagare pure per i nostri ospedali. 

 

Comunque, credo che stiamo affondando.

 

E l’Italia è una Merda, sommersa dalla merda dei politici, che poverini…girano per le strade in auto blu, pagate dai contribuenti. In effetti il loro stipendio non gli permette un’auto. Già…Per non parlare delle varie convenzioni, delle proprietà che hanno…

 

“La moglie del presidente si è rotta una gamba”

Quale cazzo pensi che mi fotta?

 

L’Italia, gli Italiani…

Popolo di Artisti, Navigatori, Martiri e Pizzaioli…

Popolo di Sfigati Fancazzisti, che guardano “Pupe e secchioni” che s’incantano davanti ad “Elisa di Rivombrosa”, mentre il proprio paese sopperisce lentamente sotto le mani dei Leader, mentre i propri figli e figlie battono per pagare i debiti di gioco a 12 anni, si suicidano, picchiano i diversamente abili o i secchioni, mentre i propri figli in camera si suicidano perchè oltre la loro camera, vedono galleggiare soltanto merda.

 

Ma tanto credo che andrò nei Paesi del terzo Mondo.

 

L’Italia s’è desta…ultima modifica: 2007-11-28T01:15:00+01:00da gattaminerva
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “L’Italia s’è desta…

Lascia un commento