Roma di notte

Roma di notte,
Squarcia il cielo con i fari color sole,
mentre su un fottuto treno
tre siciliani dormono,
io resto sveglia sulle mie impressioni.
Roma di notte,
le case una accanto all'altra,
viste da un finestrino sembrano cupe,
mentre su un fottuto treno
tre siciliani dormono,
io resto sveglia sulle mie impressioni.
Roma di notte,
La gente dorme su quel fottuno treno delle sei del mattino,
anche i tre siciliani dormono,
 io resto sempre sveglia sulle mie impressioni.
Roma di notte,
Splendida, Stupida e Capoccia.
la guardo con le mie impressioni,
su quel treno che è già un rombo nel dormir della gente.
Roma di notte,
E' ancora scuro il suo cielo, ma presto s'illuminerà d'azzurro.
E ancora descrivo le mie impressioni. v
Roma di notte,
tra una fermata e l'altra
vedo un treno sfrecciarmi accanto,
la gente dorme anche lì.
E io sono ancora sveglia sulle mie impressioni, immagini e suoni.

Roma di notteultima modifica: 2004-12-10T09:24:35+01:00da gattaminerva
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Roma di notte

Lascia un commento