E mi scopro ancora…

di solito alle due di notte dormo…oggi non riesco,sarà il caldo, sarà il nervoso…ma proprio non ho sonno…penso…penso a te…caro mio brasile…ai tempi in cui guardavo quella statua del cristo a braccia aperte e gli chiedevo se potesse darmi una mano in tutto…penso ancora al mare cristallino e a quella spiaggia infinita su cui spesso lasciavo che la mia pelle si scurisse ancora di più…penso ancora ai bambini che vedevo scalzi giocare a pallone…alla stragrande differenza di gente ricca e gente povera tutta nel giro di pochi isolati, guardavo giocare i bambini fino al tramonto, fino a quando non tornavo a casa per sistemarmi un pò e uscire di nuovo,e guardare la trasformazione della città, piena di luci e di bettole dove l’alcool abbondava,dove prorompenti signorine si offrivano a turisti soli per pochi spiccioli,per comprare il pane l’ indomani…un giorno è piovuto…sentivo l’odore della terra umida sotto le mie scarpe invidiatissime da alcune ragazze sedute vicino lo stadio…lil giorno dopo tornai verso le ragazze regalandogli un bel paio di scarpe, simili alle mie…trovate in uno squallido mercatino rionale…le indossò subito…e mostrandole alle amiche mi ringraziò…ebbi solo un paio di giorni ancora per guardare quel cristo che stava lì immobile ad abbracciare tutti…presi l’aereo…quel viaggio mi sconvolse..pensavo fosse normale e invece mi scopro ancora a pensare a te…

E mi scopro ancora…ultima modifica: 2004-06-29T02:25:19+02:00da gattaminerva
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “E mi scopro ancora…

  1. ma credi veramnte che io scriva bene? allora secondo me non mi hai mai letto attentamente e quindi non hai notato che scrivo anche meglio!
    E’ che tu mi conosci, quindi non riesci ad astrarre lo scritto dalla persona. Ti ricordi quella mia fidanzata brasileira? Ah, le spiagge di Ipanema!!!

Lascia un commento